Salta al contenuto

Cultura e turismo

Azioni e attività

Attraverso l’ente di promozione turistica PromoTurismoFVG la Regione valorizza le eccellenze culturali, naturalistiche ed enogastronomiche dell’intero territorio, anche con proposte turistiche rivolte alle esigenze del turista anziano italiano e straniero.

Il Progetto una Regione per Tutti ha lo scopo di rendere accessibili e fruibili luoghi ed esperienze turistiche del Friuli Venezia Giulia. Per migliorare la qualità dell’accoglienza delle persone anziane è stato formato il personale degli InfoPoint distribuiti su tutto il territorio regionale e guide turistiche, guide naturalistiche ed accompagnatori turistici.

E’ stato inoltre creato del materiale promozionale specifico a disposizione presso gli sportelli informativi di PromoTurismoFVG e presso tutti gli uffici comunali di Informazione Accoglienza Turistica ( IAT).

Per maggiori informazioni:

Le attività previste nel 2018 riguardano la realizzazione di formazione e aggiornamento per operatori della ricettività alberghiera e dell’offerta turistica regionale sui possibili percorsi di accesso dei turisti alle cure focalizzati sui senior e/o portatori di patologie e/o disabilità. La formazione sarà realizzata da Promoturismo FVG e dalla Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 “Bassa friulana-Isontina”.

Proseguirà anche nel 2018 la formazione ed aggiornamento per il personale sanitario operante nei servizi sanitari turistici estivi di Lignano e Grado 

Cammino Celeste:

Il Friuli Venezia Giulia è attraversato da antiche vie di pellegrinaggio e cammini storici che sempre più ricevono l’attenzione di un turismo internazionale, non solo religioso ma anche naturalistico e culturale, che ama viaggiare a piedi. Il Cammino Celeste, pellegrinaggio storico praticato per secoli, rinasce nel 2008 e viene pensato quale Cammino di pellegrinaggio dei tre popoli, italiano, slavo e tedesco.

La denominazione Cammino Celeste è invece dovuta al fatto che questo percorso unisce luoghi diversi ma di antica devozione mariana. 

La parte italiana del Cammino Celeste si snoda in dieci tappe. Il punto di partenza è fissato ad Aquileia, per poi attraversare Cormòns, Castelmonte, Cividale del Friuli, il Gran Monte e le valli di Resia e Dogna fino al Santuario del Monte Lussari. Alcuni dei percorsi sono accessibili a tutti e idonei anche agli over 65 che amano viaggiare a piedi, nella documentazione allegata sono indicati i percorsi adatti a tutti.

Per maggiori informazioni:

Una Bibbia a cielo aperto, Cercivento (UD): 

Nel grazioso borgo montano di Cercivento si possono ammirare tre percorsi biblici a tema (10 momenti fondamentali della storia della salvezza, la via di Maria, la via della Misericordia) e tre opere (il Giudizio Universale, il Buon Samaritano e la Trasfigurazione) realizzate in mosaico, fotoceramica e dipinti ed esposte sulle pareti di case private ed edifici pubblici. La Sacra Scrittura diviene percorso culturale e di riflessione spirituale, valorizzando le bellezze architettoniche.

Tempo necessario: tutto il percorso 2,5 h (singoli percorsi da 10’ a 40’). Percorso fruibile: a piedi, in bicicletta. Accessibile alle persone con disabilità motoria. Grado di difficoltà: facile / per tutti

Per informazioni: 

 

Visite guidate turistiche con percorsi adatti anche a over 65:

Tra le attività ed i percorsi che Promoturismo FVG promuove nella nostra regione, vi sono anche molte attività adatte agli over 65 che amano la vita all’aria aperta, vogliono spostarsi a piedi e visitare luoghi di interesse con una guida turistica e visite studiate appositamente per rispondere anche alle esigenze, alle tempistiche e agli spostamenti di tratte non troppo lunghe adatti a tutti. Le visite turistiche variano stagionalmente, in questo sito vengono aggiornate e pubblicate quelle attualmente attive.

Per maggiori informazioni:

 

 

News / Eventi in evidenza

1 Ottobre: giornata internazionale dell’anziano

dal 05 settembre 2018  al 10 ottobre 2018
Regione FVG
1° Ottobre: giornata internazionale dell’anziano

Ad oggi i censimenti registrano quasi 700 milioni di persone sopra i 60 anni e si prevende che entro il 2050 questo numero cresca a 2 miliardi, più del 20% della popolazione mondiale.

Al Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite del 2014, i governi mondiali hanno riconosciuto l’esistenza di una forma di discriminazione rivolta all’anziano, denominata ageism. Questo atteggiamento viene troppo spesso tollerato e considerato accettabile, invece di essere combattuto.

Tale forma di discriminazione si presenta in forme diverse in tutte le società ed influenza negativamente non solo la vita privata degli anziani ma anche quella lavorativa. Si creano così ambienti dove le potenzialità di queste persone vengono limitate, portando a conseguenze negative anche per la salute.

L’insuccesso nel contrastare questi pregiudizi ha portato ad una scarsa considerazione dei diritti dell’anziano. Per questa ragione, il 14 dicembre 1990, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata Internazionale dell’Anziano (United Nations Day for Older People - UNIDOP) ogni 1° ottobre e, nel 1991, ha adottato i Principi per le Persone Anziane. Il dibattito riguardo il miglioramento dell’invecchiamento attivo è costante dal 1982 su scala mondiale.

Quest’anno si commemora il 70esimo anniversario della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo. Per questa ragione l’UNIDOP 2018 si concentra sul tema “Celebrating Older Human Rights Champions”, perché l’invecchiare non deve portare alla diminuzione della propria dignità o alla perdita dei propri diritti. Si ricorderanno le maggiori personalità che si stono distinte nella difesa dei diritti umani e che sono nate a poca distanza dal 1948, anno di sottoscrizione della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo.

Per il corrente anno gli obiettivi sono quattro:

  • promuovere i diritti delle persone anziane; dare visibilità alla partecipazione attiva delle persone anziane nella vita di comunità;
  • riflettere sui progressi e sulle sfide che si incontrano nel voler assicurare eguali libertà e diritti;
  • condurre una campagna di sensibilizzazione ed impegno contro l’ageism.

Per maggiori informazioni: