Salta al contenuto

Chi siamo

Di cosa si tratta

La Regione punta a trasformare l’invecchiamento della popolazione in opportunità di sviluppo sociale ed economico. Per fare ciò nel 2014 si è dotata di una Legge regionale per la promozione dell’invecchiamento attivo e da allora sono stati approvati due programmi triennali:  Programma triennale 2016-2018 e Programma Triennale 2019-2021 a cui si aggiungono i Piani annuali ad essi legati.

La Regione ha inoltre promosso una modalità innovativa per far collaborare trasversalmente 7 delle sue Direzioni centrali e l’Ufficio di Collegamento di Bruxelles sull'invecchiamento attivo grazie alla creazione di  un Tavolo tecnico interdirezionale.

I programmi triennale 2016-2018  e 2019-2021 contengono gli interventi di attuazione per la promozione dell'invecchiamento attivo e sono suddiviso in aree di intervento e linee strategiche.

Dai Programmi derivano i Piani annuali ad essi legati, in cui vengono identificati per ciascuna area di intervento i beneficiari, i destinatari, le fonti di finanziamento e il periodo di realizzazione.

Per mantenere la struttura dei Programmi triennali e dei Piani annuali in questo portale, troverete le opportunità per argomento che ripropongono le linee strategiche e permettono di dare visibilità anche alle buone pratiche realizzate dalle associazioni ed enti iscritte.

Per maggiori informazioni si rimanda agli approfondimenti.

News / Eventi

Indietro

UE e la lotta contro le discriminazioni verso gli anziani

Bruxelles, Ufficio dei Paesi Baschi,  dal 09 novembre 2017 
UE e la lotta contro le discriminazioni verso gli anziani

Gli stereotipi, i pregiudizi e le discriminazioni nei confronti degli anziani ( il termine usato in inglese è “ageism”) costituiscono una barriera allo sviluppo di valide politiche sull’invecchiamento.

Il prossimo 9 novembre, dalle 9:00 alle 13:00 presso l’Ufficio di Bruxelles dei Paesi Baschi, si svolgerà un evento che mira a sensibilizzare sulla discriminazione contro gli anziani.

Si potranno anche esplorare le possibilità a livello europeo per lo sviluppo di politiche volte a combattere il fenomeno, in linea con le politiche implementate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Secondo l’OMS, infatti, la discriminazione verso gli anziani è un fenomeno diffuso in tutto il mondo, ed è intrinseco nella società e nelle istituzioni, facendo sì che sia socialmente accettato, o addirittura ignorato, invece di essere affrontato come problema.

L’Ufficio di Bruxelles parteciperà all’evento per conto del Tavolo regionale sull’invecchiamento attivo.

Per maggiori informazioni: