In evidenza

FVG IN MOVIMENTO10 mila passi di Salute a Tolmezzo il Percorso del But


DCS/FEDERSANITà ANCI FVG

Fare attività fisica e motoria , da soli o in piccoli gruppi, nel rispetto delle regole attuali per la sicurezza COVID- 19, è un corretto stile di vita (OMS) che è possibile praticare anche vicino a casa, ogni giorno, perché è bello, aiuta a stare in salute, previene le malattie e migliora l’umore, ancor più oggi al tempo Dell'emergenza sanitaria che stiamo vivendo,  in cui i contatti sono limitati e non sono possibili attività di gruppo.

Il progetto regionale FVG IN MOVIMENTO.10mila passi di Salute è finalizzato proprio a fornire alle persone opportunità e  percorsi prevalentemente pedonali e accessibili per tutti  per praticare l’attività fisica e motoria, sempre in sicurezza e nel rispetto delle norme per la sicurezza COVID -19 ( USO delle MASCHERINE, DISTANZIAMENTO E SANIFICAZIONE DELLE MANI).

L'attività  è promossa e sostenuta dalla  Regione FVG- Direzione Centrale Salute, politiche sociali e disabilità con il coordinamento di Federsanità ANCI FVG, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università degli Studi di Udine e PromoTurismo FVG.

I 30 percorsi coinvolgono complessivamente  38 Comuni, l’elenco complessivo è consultabile al seguente link https://federsanita.anci.fvg.it/progetti/progetto-friuli-venezia-giulia-in-movimento

 

Per ulteriori informazioni:

http://www.federsanita.anci.fvg.it- email: http://federsanita@anci.fvg.it

https://invecchiamentoattivo.regione.fvg.it/

https://www.turismofvg.it/

 

TOLMEZZO (UD) - IL PERCORSO DEL BÛT

Il percorso del Bût si estende per una lunghezza di circa 1,5 km di sola andata, con partenza da un comodo parcheggio ai confini del Borgo Sfleus.

Si comincia salendo sopra l’argine del torrente Bût per poi proseguire verso il ponte che separa la frazione di Caneva da Tolmezzo e, oltrepassato quest’ultimo, si prosegue, sempre sull’argine, in direzione sud fino ad arrivare in un’area dedicata alla sosta attrezzata nei pressi del campo sportivo, dove si potrà usufruire anche di quest’ultimo per esercizi di mobilità e stretching.

Il percorso è indicato a tutte le persone in quanto non presenta particolari difficoltà.

Inoltre, durante il cammino sarà possibile incrociare, nei pressi del ponte, la viabilità ciclabile che porta a Villa Santina e, nelle vicinanze della zona di arrivo, sarà possibile lasciare il percorso principale per inoltrarsi alla scoperta di diverse strade rurali e sentieri che si estendono nella campagna di Caneva fino ad arrivare nell’alveo del fiume, formando dei veri e propri percorsi, come quello tratteggiato nella mappa.

Durante l’itinerario sono presenti dei punti di sosta attrezzati per potersi fermare e godere in comodità del panorama offerto dalla vallata tolmezzina, dove facilmente si possono distinguerei monti Amariana, Strabut, Lovinzola, San Simeone ed uno scorcio del monte Sernio, oltre ai bellissimi colori regalati dal torrente Bût.