Salute e benessere

Azioni e attività

La Regione in un’ottica di prevenzione adotta interventi e azioni per limitare l’ospedalizzazione delle persone anziane e il loro inserimento in strutture residenziali. La legge che promuove l'invecchiamento attivo favorisce protocolli operativi tra le associazioni e specifiche campagne di informazione e sensibilizzazione.

Le Aziende per l'Assistenza Sanitaria, in collaborazione con il terzo settore ed il mondo dell'associazionismo sono impegnate in progetti che hanno la finalità di modificare lo stile di vita per vivere più a lungo ed in salute, promuovendo in particolare una sana alimentazione anche intervenendo nella ristorazione collettiva, nella prevenzione delle cadute e nella promozione dell'attività fisica.

Prisma 7

La Regione Friuli Venezia Giulia promuove un percorso di conoscenza (screening), che possa rilevare la fragilità e far emergere disturbi o disagi sottovalutati o non riconosciuti. Lo scopo è riuscire a prevenire un peggioramento dello stato di fragilità, favorendo così un invecchiamento nel benessere fisico e sociale.

Il progetto di screening denominato “Prisma 7” è rivolto alla popolazione anziana con età uguale o superiore ai 75 anni.

Prisma 7 è un questionario composto da sette domande, elaborato da gruppi di ricercatori universitari del Quebec (Canada); è già stato sperimentato nel regno Unito e in Italia con ottimi risultati. La rilevazione si svolgerà attraverso un’intervista telefonica. Rispondendo a queste semplici domande l’intervistato contribuirà ad orientare i servizi e le attività della Regione verso i reali bisogni della popolazione.

Per maggiori informazioni:

Quali sono gli stili di vita delle persone adulte in Regione

Attraverso la somministrazione, fatta da personale preparato e formato, di questionari alle persone con più di 18 anni (PASSI) e maggiore di 64 anni (PASSI d’Argento) vengono raccolte informazioni sullo stato di benessere delle persone, sulle abitudini e stili di vita, quanti fanno attività fisica, o sono in sovrappeso, le abitudini alimentari, il consumo di alcol e molto altro.

Per scoprire lo stile di vita degli abitanti del Friuli Venezia Giulia, anche rispetto alle altre Regioni d’Italia, si può accedere nel sito dell’Istituto superiore di sanità. Si può vedere, ad esempio, che l’abitudine al consumo di alcol in FVG è tra le più elevate in Italia con valori peggiori del valore nazionale. O riguardo il peso corporeo, quasi il 41% della popolazione in FVG è sovrappeso/obeso, in particolare le persone di sesso maschile. Ma anche che siamo tra le Regioni in cui le persone praticano più movimento e sono abbastanza attive (79%)

Se hai qualche curiosità accedi al sito https://www.epicentro.iss.it/passi/dati/attivita

UNA VITA IN MOVIMENTO: LA PROMOZIONE DELL’ATTIVITA FISICA

In Regione il 41% della popolazione adulta risulta in sovrappeso o obesa, e solo il 35% fa attività fisica in modo regolare e anche tra i bambini, di età compresa tra i 6 e 10 anni, la situazione non è buona, il  5,7% risulta  obeso, il 1,7% gravemente obeso e il 18,2% in sovrappeso e solo il 10% dei ragazzi di 15 anni svolge l’attività fisica raccomandata

Perchè fa bene fare attività fisica regolarmente?

  • aiuta a prevenire alcune malattie croniche, quali le malattie cardiovascolari, il diabete, l'obesità, e alcuni tumori (colon e seno)
  • riduce i valori del colesterolo, la pressione arteriosa
  • riduce i sintomi di ansia, stress, depressione
  • diminuisce il rischio obesità
  • rafforza la muscolatura prevenendo le cadute e quindi le fratture di femore molto frequenti negli anziani
Alimentazione e salute

La salute si costruisce a tavola, sulla base del cibo che mangiamo. È importante seguire una dieta varia ed equilibrata, consumando cibi buoni e di qualità in un ambiente amichevole.

Una dieta corretta la si realizza lungo tutta la settimana e durante tutto l’arco della giornata, è raccomandato fare 3 pasti al giorno: colazione, pranzo, cena, a cui si può aggiungere uno spuntino, consigliato soprattutto per bambini, anziani o semplicemente quando si ha fame. 

Non esistono cibi proibiti, ma cibi considerati più salutari, come la frutta, la verdura, i farinacei, il pesce; e cibi da consumare con moderazione come i cibi zuccherati, o troppo salati, le carni rosse, i grassi di origine animale.

Anche l’idratazione è importante, il nostro corpo è composto da oltre il 60% di acqua, che in parte perdiamo giornalmente, attraverso il sudore, l’urina, la respirazione. Si deve quindi bere  molto durante il giorno (fino a 2,5 litri), non aspettare di avere sete per bere: quando si prova la sensazione di sete, il nostro corpo è già a corto di acqua. Questo è importante soprattutto nella stagione calda, e in particolare per i bambini e gli anziani. Se hai difficoltà a bere acqua naturale, ci si può preparare  una tisana o un infuso. Oppure aromatizzare l’acqua con qualche fogliolina di menta, del succo di limone o una fetta d’arancia,  il consumo di alcol e di bibite zuccherate e gassate va ridotto al minimo.

Una dieta bilanciata e uno stile di vita attivo, che preveda la pratica quotidiana di attività fisica, permettono di mantenere un peso corporeo adeguato, prevengono malattie quali il diabete, l’ipertensione, e migliora l’efficienza muscolare e il benessere psicologico. Per approfondire leggi le linee guida per una sana alimentazione 

Se vuoi sapere se sei in forma o sovrappeso calcola il tuo indice di massa corporea:
si ottiene dividendo il peso (in kg) per la statura (in metri al quadrato) kg/m²

si è in sovrappeso se il valore del Bmi è >25 kg/m² e obesi se il Bmi è >30 kg/m²

inserisci i dati nel programma e avrai subito il risultato 

 

Se non ti senti in forma parlane con il tuo medico di medicina generale che saprà consigliarti.

Supporto a progetti di socializzazione

La Regione promuove le attività, i progetti e le iniziative di socializzazione realizzate a livello locale, quale forma di contrasto alla solitudine delle persone anziane prevedendo la possibilità di incontro e scambio con i giovani.

Il programma di odontoiatria sociale

La Regione ha previsto nella programmazione annuale del servizio sanitario e sociosanitario una serie di interventi nei campi dell'assistenza primaria, delle attività clinico assistenziali, del rapporto con i cittadini con riferimento anche ad attività specifiche per l'invecchiamento attivo.

In particolare, la Regione assicura in maniera omogenea su tutto il territorio la prevenzione ed il trattamento delle patologie odontoiatriche. Il programma di odontoiatria sociale prevede anche il trattamento e l'inserzione di protesi rimovibili ai pazienti ultrasessantacinquenni.

Per maggiori informazioni: